• Categoria dell'articolo:Blog / News

Cos’è un peeling?

La parola peeling significa esfoliare e levigare. In dermatologia è tutto ciò che genera un rinnovamento cellulare accellerato della pelle,…

peelingLa parola peeling significa esfoliare e levigare. In dermatologia è tutto ciò che genera un rinnovamento cellulare accellerato della pelle, con riduzione degli effetti dell’invecchiamento, azione antiseborroica, depigmentante, etc.
E’ un trattamento che prevede l’applicazione sulla cute di agenti chimici esfolianti e/o irritanti per un tempo sufficiente ad interagire con strati cellulari dell’epidermide e successivamente del derma.
Il peeling è considerato un importante strumento terapeutico, poco invasivo che aiuta a mantenere una pelle sana e bella, inibendo gli effetti dell’invecchiamento.
L’applicazione della sostanza produce un’infiammazione e la cute risulterà momentaneamente arrossata. Durante i trattamenti peeling si consiglia di evitare l’esposizione solare o alle lampade UVA, fino a quando la situazione non si sarà normalizzata.
Questo trattamento attiva la produzione di collagene, di elastina e di idratazione endogena, ottenendo così un miglioramento del trofismo generale della pelle.
Il suo uso non è limitato ad un semplice trattamento, poichè si possono effettuare più sedute oppure può venire utilizzato come
complemento ad altri procedimenti dermocosmetici.
A seconda della profondità di azione della sostanza utilizzata, il peeling può essere:
– superficiale: produce una distruzione dello strato corneo e parziale dell’epidermide;
– medio: provoca una distruzione totale dell’epidermide e totale o parziale del derma;
– profondo: provoca una distruzione totale dell’epidermide e del derma fino allo strato reticolare medio.